OBIETTIVO INTERNAZIONALE: ostacoli, contraddizioni, strumenti operativi

Primo appuntamento di una serie di incontri sullo studio di fattibilità del progetto del tavolo internazionale “Desk per l’internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo”

OBIETTIVO INTERNAZIONALE: ostacoli, contraddizioni, strumenti operativi

L’attività internazionale appare oggi come l’orizzonte obbligato per lo spettacolo dal vivo: allarga il mercato per la distribuzione, supplisce al calo di fondi nazionali, offre opportunità stimolanti di confronto artistico, consolida il posizionamento nel settore d’origine.

A fronte di questa urgenza e di una vera e propria “corsa” all’internazionalizzazione, serve però riflettere attentamente sul percorso da intraprendere.

Perché internazionalizzarsi? Che strategia adottare e che tempistiche per vederne i risultati? Quali sono i rischi e i costi da sostenere? Che strumenti sono necessari?

Martedì 6 giugno al foyer del Teatro Valle di Roma  (Via del Teatro Valle 21 – Roma) si aprirà un ciclo di appuntamenti pubblici organizzati da Cristina Carlini, Cristina Cazzola, Giuliana Ciancio e Carlotta Garlanda per il tavolo internazionale di C.Re.S.Co. e che coinvolgeranno quattro regioni (Lombardia, Marche, Lazio e Sicilia) nell’arco di tutto il 2017: una riflessione guidata con istituzioni, artisti e operatori per far emergere le necessità chiave dei territori, il punto di vista delle istituzioni, gli scenari possibili.

Operatori, organizzazioni, compagnie, artisti sono invitati a partecipare attivamente alla discussione per condividere la propria esperienza e fornire indicazioni concrete su strumenti, pratiche e politiche che siano funzionali ad un posizionamento internazionale.

Gli incontri fanno parte dello studio di fattibilità del progetto “Desk per l’internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo” realizzato da C.Re.S.Co. con il sostegno di Fondazione Cariplo e in collaborazione con SmartIT, Marche Teatro e Zo Culture.

Lo studio analizza e sperimenta le necessità di accompagnamento dello spettacolo dal vivo verso l’attività internazionale: obiettivo finale è la realizzazione di una rete di desk a base Regionale che supporti le organizzazioni in modalità “learning by doing”, connetta l’Italia e il sistema estero, stimoli un’adeguata politica culturale delle istituzioni locali e nazionali.

L’incontro del 6 giugno prevede:

  • durante la mattinata, attraverso interviste mirate analizzeremo gli aspetti chiave dell’attività internazionale;
  • nel pomeriggio, rielaboreremo e approfondiremo le suggestioni emerse in quattro tavoli di lavoro aperti a tutti i partecipanti: i tavoli saranno l’occasione per mettere a confronto pratiche, necessità, ostacoli e raccogliere così indicazioni operative per lo studio di fattibilità del Desk.

Programma:

10.00 – registrazione

10.30 – saluti istituzionali (Laura Valli, Presidente C.Re.S.Co. e Antonio Calbi Direttore del Teatro di Roma) e introduzione della modalità di lavoro

10.45 – interviste incrociate. Intervengono:  Donatella Ferrante (MiBACT), Cristina Loglio (MiBACT – Presidente Tavolo Europa Creativa), Emiliano Paoletti (Comune di Roma – Assessorato alla Crescita Culturale), Marzia Santone (CED ITA – Ufficio Cultura MiBACT), Luisella Carnelli (Fondazione Fitzcarraldo), Cristina Da Milano (Eccom), Lisa Gilardino (Motus, Alessandro Sciarroni, Santarcangelo Festival), Michele Mele (Stabilemobile / Anagoor), Donato Nubile / Chiara Faini (Smartit), Luca Ricci (CapoTrave/Kilowatt – Be SpectACTive)

13.30 – pausa pranzo

15.00 – tavoli di lavoro

partecipano (in via di definizione):  Fabio De Chirico (MiBACT), Anouk Aspisi e Chloé Siganos (Institut Français), Claudio Bocci (Federculture), Roberto Casarotto (Balletto di Roma/Opera Estate Festival),Claudia Di Giacomo (PAV), Luca Fornari, Alessandro Berdini, Isabella Di Cola (ATCL), Pierluigi Regoli (Regione Lazio – Assessorato alla Cultura), Francesca Sereno (Q Academy), Carlo Testini (BJCEM, Biennale Giovani Artisti del Mediterraneo), Melting Pro, Romaeuropa Festival

17.00 – sintesi e confronto

18.00 – chiusura lavori

Prenotazione obbligatoria a: progettodesk.cresco@gmail.com entro il 1 giugno 2017

La partecipazione è gratuita.

Ringraziamo per l’ospitalità il Teatro di Roma.

ITA>ENG